Influence

AffiliazioneGenerazione di leadInfluencePerformance marketing

Black Friday: prepara la tua strategia di conversione

BLACK FRIDAY

Un evento come il Black Friday non si improvvisa. Per garantirne il successo è necessaria un’organizzazione ben oliata, una strategia chiara e la massima anticipazione. Si tratta tuttavia di una sfida che richiede energie importanti, date le molteplici priorità che i professionisti del marketing devono gestire quotidianamente. Ai fini di una maggiore chiarezza di visione e un’ottimizzazione del metodo, occorre predisporne il lancio sin da ora. Come? Te lo spieghiamo.

Prima del Black Friday: costanza e regolarità

Il Black Friday è pari a un evento di alto livello. Non si organizza una Coppa del Mondo in tre giorni, non credi? I casi sono analoghi. Per creare la frenesia propizia al Black Friday, occorre che tutti i tuoi siti beneficino già di un flusso permanente di visitatori.

L’affiliazione: per creare costanza

Più si parla del tuo marchio in modo chiaro e strutturato, meglio è. L’affiliazione è un canale di vendita e promozione da sfruttare molto a monte. I tuoi affiliati possono in tal modo fungere da leva per generare più traffico su base continuativa. Quanto più sei in grado di offrire alla tua comunità di affiliati contenuti di buona qualità, ossia testi, immagini, banner, linguaggio specifico, ecc., tanto più efficace sarà il canale.

Ciò che conta è che tu renda l’affiliazione parte della strategia digitale del tuo marchio. Grazie a una campagna CPA, il tuo budget pubblicitario non sarà speso invano e ogni euro investito conterà davvero.

Lead nurturing e inbound marketing: per accompagnare i tuoi lead fino al grande giorno

Se il tuo sito beneficia già di contatti e di visitatori regolari è una buona cosa, ma occorre poterne trarre vantaggio. Per conseguire questo obiettivo, una strategia di lead nurturing coniugata a un approccio di marketing inbound è uno dei segreti per il successo. Contenuti chiari, ad alto valore aggiunto e frequentemente rinnovati creano fidelizzazione. D’altro canto, un funnel di conversione ottimizzato, che integri tutte le fasi principali del percorso del cliente ed allineato alle buyer personas, consente di ottenere una visione olistica del potenziale commerciale legato al Black Friday. Non resta che coltivare efficacemente i tuoi lead, in modo che siano pronti al momento giusto, contribuendo a far salire la pressione in modo controllato.

Applicazione mobile: per moltiplicare i punti di ingresso ai tuoi prodotti

È altresì importante che la tua applicazione mobile venga scaricata quanto più possibile. L’idea è quella di moltiplicare i punti di ingresso dei nuovi prospect, ma anche dei tuoi clienti vecchi e nuovi. Se disponi anche di negozi fisici, la geolocalizzazione rappresenta una risorsa strategica. Durante il Black Friday potresti inviare notifiche ai proprietari della tua applicazione mobile.

Durante il Black Friday: attivare tutte le leve ROI

È il momento in cui tutti si lanciano contemporaneamente, uno sprint che deve rivelarsi efficace e che attualmente si affida agli strumenti ROI. L’obiettivo: conversione e acquisto. Esistono diverse leve promozionali efficaci in grado di trasformare al momento giusto i tuoi prospect in clienti. Alcuni esempi.

Email marketing: per creare scenari automatizzati e personalizzati

A partire dalla tua base di prospect e dai progressi compiuti attraverso il funnel di conversione, puoi contare su scenari di marketing automation per diffondere il messaggio giusto al momento giusto. Promozioni speciali, sconti, offerte del giorno…ogni segmento del tuo database deve essere singolarmente elaborato per personalizzare i tuoi approcci e creare una customer experience unica.

A partire da database esterni e opt-in, puoi trasmettere le tue promozioni al massimo numero possibile di utenti Internet in cerca di buoni affari. Occorre quindi dedicare un budget a questa leva, affidandola al tuo account manager che selezionerà per te i migliori database, corrispondenti al tuo target principale e basati su un modello redditizio, il CPC o CPM. Le tue offerte dovranno essere visibili su larga scala per trasformare il traffico in conversioni.

Chatbot: per diversificare la tua strategia

Durante un evento come il Black Friday, occorre stabilire una connessione emozionale con i tuoi prospect. Per ottenere questo obiettivo, un chatbot da un’applicazione e-mail costituisce uno strumento potente. Quest’ultimo può interagire con gli utenti nel momento in cui sono collegati, tenendo conto delle loro preferenze personali. Un chatbot può anche rispondere a domande essenziali poste dai clienti, alleviando al contempo parte della pressione che grava sul servizio di assistenza. In affiliazione, il chatbot è anche un modo per portare traffico qualificato al tuo sito sito di e-commerce.

Pubblicità e social network: per non dimenticare nessuno

Nonostante gli sforzi profusi, non tutti verranno al tuo sito di e-commerce il giorno del Black Friday. Ecco perché devi anche essere in grado di cercare i tuoi prospect là dove si trovano, attuando una strategia SEA e SMA. Se disponi di uno strumento di riconciliazione di tipo CRM onboarding, il processo sarà più efficiente. Puoi anche affidarti al retargeting e al remarketing per riconnetterti ai tuoi visitatori indecisi. Infine, sii disposto a giocare lo stesso gioco dei siti che propongono buoni affari tipo cashback e offerte speciali, a rafforzare i collegamenti con i tuoi affiliati e a monitorare costantemente l’andamento dei prezzi attraverso comparatori online.

Dopo il Black Friday: creare un rapporto di fiducia

Dopo la corsa del Black Friday, devi essere in grado di provvedere all’opportuno follow-up. Vendere online è un passo, ma devi anche mantenere le tue promesse in termini di consegna, disponibilità e reattività. Per questo motivo il rapporto commerciale non termina con l’ordine. E’ opportuno quindi rafforzare i team dedicati al servizio clienti, garantire reattività alle domande poste e monitorare regolarmente i clienti sul loro livello di soddisfazione avvalendosi di contenuti specifici (questionari, tutorial, best practice, FAQ e “how to” sui prodotti acquistati, ecc.).

Questo approccio consiste nella creazione di un’esperienza premium volta a fidelizzare i clienti con un semplice obiettivo: riuscire a trasformarli in ambasciatori per l’anno successivo. Pertanto, il rapporto avviato deve perdurare con offerte esclusive e speciali e con contenuti appositamente concepiti tra valorizzazione personale e valore aggiunto.

Per i retailer e gli e-merchant, il Black Friday è un momento intenso, che genera energia e creatività immense. Ben preparati, i tuoi team operano in modo collaborativo e trasversale per offrire un’esperienza unica ai tuoi clienti, affrancandosi al contempo dalla concorrenza. Il nostro team di produzione è specializzato nell’accompagnarti durante questo periodo commerciale che si rivela come il più energico dell’anno. Affidati alla loro competenza e ricevi una proposta personalizzata appositamente formulata in base alle tue esigenze e ai tuoi obiettivi!

en savoir plus
AffiliazioneInfluencePerformance marketing

COME AVERE SUCCESSO IN UNA CAMPAGNA DI VISIBILITÀ IN 3 PASSI?

campagna di visibilità

Sei riuscito a convincere il tuo direttore a sbloccare un budget extra per lanciare una campagna di visibilità?

Primo passo… fatto!  Il tuo marchio e il tuo logo si trovano un po’ ovunque. È visibile, la gente lo conosce.
Secondo passo… fatto! Osserva la tua dashboard, i tuoi KPI e gli indicatori di vendita, e l’ansia inizia a impossessarsi di te. E per una buona ragione: il tuo tasso di conversione è pessimo.
Terzo passo… fallito!

Come è possibile? Eppure il piano era chiaro.
Il problema è che il semplice desiderio di ottenere visibilità non è un piano in sé. Il tuo budget è stato speso, ma male. L’intera questione della visibilità risulta problematica, ed è diventata ormai centrale nell’epoca dell’eccesso di informazioni e della moltiplicazione di canali e piattaforme. Distinguersi però non richiede necessariamente spendere un sacco di soldi. Richiede una spesa intelligente e con una strategia, una rete solida e negoziazioni appropriate. Come si può fare? Ecco la spiegazione.

NESSUNA VISIBILITÀ SENZA UN’ADEGUATA STRATEGIA

Prima d’intraprendere una campagna di visibilità, è necessario innanzitutto sapere chiaramente ciò che si vuole fare. È inutile investire denaro, tempo ed energia senza obiettivi precisi, misurabili e realizzabili.

A CHE COSA SERVIRÀ LA CAMPAGNA DI VISIBILITÀ?

Hai un obiettivo in termini di vendita o fatturato? Come si misura il ritorno sull’investimento? Esistono dei limiti di tempo? Tante domande che richiedono risposte dettagliate per poter strutturare una campagna di visibilità.

QUAL È IL TUO OBIETTIVO?

Voler vendere a “tutti” o “quante più persone possibile” non è un obiettivo e nemmeno una strategia. Devi conoscere il tuo pubblico, costruire il tuo pacchetto acquirenti, sapere chi sono, cosa fanno, quali sono le loro motivazioni e in quale fase del processo di conversione o del percorso-cliente si trovano. Senza queste informazioni, corri il rischio reale di condurre la tua campagna di visibilità alla cieca. Ciò che conta è trasmettere il messaggio giusto alle persone giuste e al momento giusto.

QUALE PARTNER SCEGLIERE?

A seconda del tuo obiettivo e del tuo destinatario, dovrai definire quali sono i canali più pertinenti. Tuttavia, le opzioni anche in questo caso sono numerose: social network, partnership con influencer, retargeting, acquisto di media su grandi reti pubblicitarie, ecc. Ad ogni soluzione il suo canale. Dovrai soltanto capire quale.

UN IMPERATIVO: SITI PARTNER SOLIDI

Ora che ti è tutto più chiaro, avrai bisogno di partner di fiducia. La tua campagna di visibilità potrebbe condurti a Facebook per SMA, Google per SEA, Instagram per l’influencer marketing e siti commerciali per un po’ di pubblicità.

Puoi sempre occupartene da solo, ma potrebbe volerci molto tempo. Per non parlare del fatto che i risultati possono essere scarsi.
Questo è il motivo per cui la maggior parte degli inserzionisti lavora con piattaforme che fanno proprio questo mestiere: esperti che dispongono di siti partner e una solida rete per una campagna di visibilità efficace.

Il tuo partner, infatti, ti accompagnerà nello sviluppo della campagna di visibilità, ma non solo.
Si occuperà anche dell’implementazione di azioni correttive e dell’ottimizzazione dei contenuti in base ai risultati: una gestione in tempo reale per una garanzia di risultati con obiettivi d’impegno e risorse.

NEGOZIARE LE MIGLIORI OFFERTE

Lavorando con molti clienti, la piattaforma svolge anche un ulteriore ruolo centrale negli acquisti.
Se è vero infatti che nel commercio un grossista otterrà sempre tariffe migliori rispetto a un piccolo negoziante, online è esattamente la stessa cosa.
Una piattaforma sarà in grado di avere margini di negoziazione aggiuntivi e fare i migliori affari per i propri clienti. Senza contare che sa a quale porta bussare, quali influencer e agenzie contattare e quali contenuti ottimizzare grazie alla sua esperienza.

A seconda del volume, del budget e degli obiettivi strategici, ci sono diversi modi per affrontare le campagne di visibilità. Possiamo parlare di modelli di acquisto come CPC, CPM, costi fissi, ecc.
Negoziare le migliori offerte significa quindi scegliere il miglior modello economico per tutte le parti coinvolte. Un approccio efficace e generatore di vendite, organizzato in un piano globale.
Questa negoziazione è il cuore del modello della tua futura campagna che mira a ottenere il miglior R.O.I. possibile.

Per loro stessa natura, le campagne di visibilità sono un importante motore di crescita online. Ottimizzare questo passaggio richiede una conoscenza approfondita delle molte leve che lo compongono. Ed è per raggiungere questo obiettivo che un team di professionisti sarà sempre meglio collocato sul piano organizzativo e finanziario per promuovere le sue offerte in modo veramente efficace.

Allora, sei pronto per “superare” il passo numero 3?

Se questo articolo ti è piaciuto, scopri le nostre efficaci soluzioni di marketing oppure contattaci per saperne di più!

en savoir plus
Influence

8 ACCORGIMENTI PER MONETIZZARE IL PROPRIO BLOG

Tout savoir du social listening

Vivere a tempo pieno la propria passione, viaggiare gratis in tutto il mondo, testare i ristoranti più famosi, essere invitato ad eventi esclusivi… Suona bene, non credi? Questa è la quotidianità tipica dei blogger influenti, che però rappresentano solo una piccola parte di tutti i blogger attivi. Secondo uno studio americano, due terzi dei blogger guadagnano meno di 5.000 dollari l’anno. Una crudele disillusione?

Forse ti conforterà sapere che, nel terzo restante, l’11% guadagna più di 30.000 dollari ed il 6% più ricco oltre 60.000 dollari l’anno. Diciamo che, anche se vivere grazie al proprio blog a tempo pieno è difficile, si tratta comunque di un’ottima integrazione al proprio reddito, che richiede poco investimento, ti permette di condividere le tue passioni e di guadagnare facendo quello che ti piace di più. Se vuoi lanciarti nel mondo dei blog o vuoi passare al livello superiore, scopri i nostri 8 accorgimenti per monetizzare il tuo blog.

en savoir plus