Performance marketing

CONOSCI IL VALORE DI OGNI RUOLO NELLA TUA CATENA DI CONVERSIONE ?

CATENA DI CONVERSIONE

Una nuova vendita online è appena stata confermata? Complimenti! Ma sa esattamente da dove proviene? Cosa ha spinto questo nuovo cliente a fidarsi di te? Email marketing, social network, SEO, siti di offerte, contenuti originali, video.… Per alcuni marchi, potrebbero esserci centinaia di punti di contatto tra il suo pubblico e il brand stesso. Quindi, come conoscere e valutare il percorso del consumatore in un ambiente digitale altamente frammentato e cross-device? Dato il cosiddetto modello “last clic”, è essenziale che gli inserzionisti siano in grado di conoscere e controllare la loro catena di conversione. Un lavoro sia tecnico e complesso, ma accessibile a tutti, a partire dal momento in cui si dispone degli strumenti e della tecnologia giusti.

LAST-CLICK: UN MODELLO SEMPRE ATTUALE

C’è stato un tempo in cui le cose erano semplici: un annuncio, un click e un acquisto da un unico dispositivo che spesso era il computer di casa. Un tempo in cui il percorso del cliente sembrava un’autostrada per i venditori. Poi è arrivato l’iPhone e con esso un’intera serie di terminali e applicazioni che hanno trasformato questa bella striscia d’asfalto in un percorso caotico e tortuoso dai molteplici incroci.

Ora ogni membro della famiglia possiede vari dispositivi e utilizza diversi approcci online.  La realizzazione di un acquisto online è il risultato di un approccio sfaccettato che passa attraverso molte micro-azioni. Consultiamo i social network sul cellulare la mattina, apriamo le e-mail personali a mezzogiorno su un computer, consultiamo il tablet la sera e guardiamo un film su una TV collegata a internet. Per lo shopping online è la stessa cosa: andiamo su Facebook, su blog specializzati, su Instagram, cerchiamo recensioni online, andiamo sul sito ufficiale del marchio;… le azioni sono molto frammentate e raramente lineari.

L’azione precedente alla convalida finale non è quindi sempre il fattore scatenante, anche se rimane importante. Infatti, grazie al monitoraggio cross-device, possiamo ora concettualizzare la catena di conversione che termina con una conferma dell’ultimo click che bisognerà esaminare per comprendere meglio l’impatto delle micro-azioni e del comportamento online. Un lavoro essenziale per adattare il modello di remunerazione e ottimizzare le sue campagne di marketing.

CONOSCERE LA TUA CATENA DI CONVERSIONE PER OTTIMIZZARE IL PERCORSO DI ACQUISTO

Conoscere la propria catena di conversione consiste soprattutto nel conoscere il proprio mercato: sapere con chi si ha a che fare e chi sono gli acquirenti per poter lavorare con il messaggio giusto al momento giusto e con il dispositivo giusto.

Una volta terminato questo lavoro preparatorio, è necessario identificare tutti i punti di contatto, indipendentemente dalle loro forme, organiche (naturali) e sponsorizzate (a pagamento), per tutte le piattaforme. Queste ultime sono disponibili in svariate forme, come i contenuti condivisi su un blog, quelli inviati agli iscritti alla sua newsletter, il tuo white paper, il lavoro svolto in qualità di SEO, SEA, affiliazione, pubblicità, Social Media Advertising, ecc.

Non dimenticare, inoltre, i punti di contatto fisici. Tra fiere, open day, vendite in-store e dati della carta fedeltà, si ottengono altrettante interazioni in grado di alimentare la tua catena di conversione.

La convergenza dei dati cross-device, pay/free e online/offline consente inoltre di avere una panoramica a 360° del tuo territorio di comunicazione a partire dal quale poter sviluppare strategie idonee, passo dopo passo, con relativo lead nurturing.

TRACKING CROSS-DEVICE: OTTIMIZZAZIONE DEI CANALI DI VENDITA

Tra la scoperta della tua offerta e la conferma degli acquisti, a seconda che si trovi in un ambiente B2B o B2C, potrebbero essere necessari alcuni minuti o settimane. La decisione può essere presa dal consumatore finale o da un comitato esecutivo. In ogni caso, la sfida è quella di visualizzare il valore aggiunto di tutti i passaggi che hanno portato alla convalida di un paniere o ordine, al fine di misurarne l’efficacia e di compensare ogni ruolo in base al valore apportato.

Questo è il motivo per cui il monitoraggio di più dispositivi è molto importante per adattare le tue campagne di marketing. Gli inserzionisti non solo possono monitorare il progresso dei potenziali clienti nel loro canale di vendita, ma possono anche misurare il contributo di ciascun dispositivo nel percorso di acquisto.

Un modo per ottimizzare gli investimenti pubblicitari e di marketing, per adattare i messaggi ai terminali utilizzati e lavorare meglio con gli affiliati, gli influencer, i venditori e tutti i ruoli integrati in questi flussi.

Conoscere il valore di ciascun ruolo nella catena di conversione è essenziale per lavorare con la massima efficienza. Sarai in grado di sapere cosa funziona bene e cosa può essere migliorato, e l’analisi del tuo ROI risulterà semplificata. Un lavoro che spesso richiede un partner di fiducia per assisterti in questo processo al fine di unire competenza tecnica ed esperienza di mercato. Kwanko propone l’implementazione di un dispositivo di localizzazione trasversale grazie alle proprie offerte web e mobile a 360° e un modello di attribuzione: Multiorigine©, che consente di pagare ciascun publisher in base al contributo apportato nella catena di conversione.

Migliora il rendimento delle sue campagne web e mobili con Kwanko.

Tags : CATENA DI CONVERSIONEcross-deviceLAST-CLICK
Ana | Kwanko

The author Ana | Kwanko

Leave a Response