Influence

8 ACCORGIMENTI PER MONETIZZARE IL PROPRIO BLOG

monetiser son blog

Vivere a tempo pieno la propria passione, viaggiare gratis in tutto il mondo, testare i ristoranti più famosi, essere invitato ad eventi esclusivi… Suona bene, non credi? Questa è la quotidianità tipica dei blogger influenti, che però rappresentano solo una piccola parte di tutti i blogger attivi. Secondo uno studio americano, due terzi dei blogger guadagnano meno di 5.000 dollari l’anno. Una crudele disillusione?

Forse ti conforterà sapere che, nel terzo restante, l’11% guadagna più di 30.000 dollari ed il 6% più ricco oltre 60.000 dollari l’anno. Diciamo che, anche se vivere grazie al proprio blog a tempo pieno è difficile, si tratta comunque di un’ottima integrazione al proprio reddito, che richiede poco investimento, ti permette di condividere le tue passioni e di guadagnare facendo quello che ti piace di più. Se vuoi lanciarti nel mondo dei blog o vuoi passare al livello superiore, scopri i nostri 8 accorgimenti per monetizzare il tuo blog.

I PUNTI FONDAMENTALI PER avere UN BLOG PERFORMANTE

Prima di sperare di guadagnare qualcosa, è sempre utile ricordare alcune nozioni essenziali. Per poter un giorno entrare a far parte dei top blogger, è innanzitutto necessario costruire la propria strategia su delle solide fondamenta che possono essere riassunte come segue:

  • Una piattaforma robusta ed intuitiva: per la creazione di un blog è difficile ignorare WordPress con la sua community attiva, i migliaia di plug-in ed i temi professionali.
  • Una robusta infrastruttura tecnica: dimentica l’hosting gratuito, investi in un servizio professionale veloce, con un sito adatto al mobile ed un nome di dominio specifico.
  • Sezioni coinvolgenti: la ricetta è semplice, devi scrivere regolarmente contenuti di buona qualità, dall’alto valore aggiunto e facili da condividere.
  • Una strategia editoriale: creare una community richiede tempo, ma è un investimento a lungo termine. Prenditi il tempo necessario per condividere i post del tuo blog ed interagisci con gli altri sui social media, rispondi ai commenti. Mostrati attivo e chiedi sempre il parere dei tuoi lettori. Se i tuoi articoli sapranno interessare gli utenti, tutto il resto verrà da sé.

Come monetizzare AL MEGLIO il PROPRIO blog?

1/LANCIATI NELL’AFFILIATION MARKETING

Si tratta del passaparola versione 2.0, con il quale puoi creare link verso un e-commerce a partire da alcune sezioni del sito. Ad esempio, se hai un blog di musica e stai testando diverse chitarre, puoi creare un link verso un e-commerce per comprare le tue tre chitarre preferite. Grazie all’affiliazione sarai pagato ad ogni clic e ad ogni acquisto. Motivo in più per condividere la tua analisi ed incitare i tuoi visitatori all’acquisto.

2/ USA IL DISPLAY ADVERTISING SUL TUO BLOG

Più gente raggiungerà il tuo blog generando visite, più la tua immagine migliorerà ed il tuo ruolo d’influencer crescerà, così come il tuo potenziale d’integrazione della pubblicità. Integrare la pubblicità sul proprio blog è soprattutto una decisione personale, da affrontare in relazione alla propria linea editoriale e all’esperienza dei tuoi visitatori. Se vuoi lanciarti nell’avventura non c’è bisogno di essere un esperto di sviluppo web o di codici: esistono delle piattaforme sempre più semplici ed intuitive, tipo Google AdSense, che inseriranno la pubblicità sul tuo blog in aree specificamente definite.

3/ INTEGRA la PUBBLICITA’ NATIVA NEI TUOI ​​ARTICOLI del BLOG

Un altro aspetto della pubblicità sul web, integrata con la tua linea editoriale e contestualizzata con il tuo design, è la pubblicità nativa, che ti permette di condividere contenuti di terze parti guadagnando denaro. Il principio è semplice: si tratta di link (testuali o visuali) collocati in punti strategici, per esempio nella barra laterale, che non risultano intrusivi per il lettore poiché la pubblicità nativa è legata al contenuto della pagina che la ospita. Quando il visitatore clicca su una pubblicità nativa verrà rediretto ai contenuti in questione in una nuova finestra del browser, e tu riceverai in cambio del denaro.

4/ PROPONI UN ABBONAMENTO AL TUO PUBBLICO

Se hai un blog premium, molto conosciuto e di qualità eccellente, una parte del tuo pubblico accetterà sicuramente di pagare per ottenere dei servizi aggiuntivi. Puoi per esempio offrire una sezione pubblica, gratuita, finanziata dalla pubblicità, per coltivare la tua immagine, acquisire nuovi lettori e lavorare sul tuo lavoro il ruolo di portavoce, ed una sezione privata, senza pubblicità, ma con un abbonamento premium per proporre contenuti riservati ai membri, che possono essere corsi privati ​​online, della formazione specifica, tutorial o qualsiasi altro contenuto esclusivo.

5/vendi AI ​​tuoi lettori dei PRODOTTI correlati

Sia che si tratti di un e-book, di una guida o di un tutorial, se il loro contenuto è attraente e specifico puoi vendere dei prodotti correlati alla tua attività. È un ottimo modo di valorizzare la propria attività, e verrai pagato direttamente a seconda del lavoro che fornisci. Se il tuo marchio è conosciuto, puoi anche pensare a delle T-shirt o altri gadget, mantenendo sempre un approccio coerente e strategico.

6/ TROVA DEI PARTNER EDITORIALI

Se il tuo contenuto è di ottima qualità, puoi associarti a dei grandi marchi per co-redigere un articolo. Può essere un pubbliredazionale, un articolo sponsorizzato, o un articolo in cui ha la completa libertà editoriale, ma nel quale c’è un marchio associato al tuo testo. Queste collaborazioni editoriali consentono di strutturare il tuo percorso di lavoro e di essere riconosciuto dal tuo pubblico, oltre a costruire la tua credibilità.

7/ TESTA I PRODOTTI DI UN MARCHIO IN CAMBIO DI visibilità’

Se effettui regolarmente dei test, può capitare che alcune aziende ti inviino gratuitamente dei prodotti da testare o ti diano l’accesso a dei servizi affinché tu ne parli sul tuo blog. Questo non ti permetterà di pagare le bollette a fine mese, ma otterrai comunque dei regali pratici da usare.

Essere riconosciuti come “tester” professionali e di fiducia richiedere un ottimo lavoro di fondo, ma il venir contattato da aziende di un certo settore rappresenta comunque un buon indicatore dell’influenza del tuo blog. Anche in questo caso, la maniera in cui sviluppare questi test varia in base alla tua linea editoriale, ma in generale si può dire che, più sarai onesto e trasparente, più il tuo pubblico ti apprezzerà.

8/ Organizza incontri ed interventi ESTERNi

Se il tuo blog è molto conosciuto ed affermato, è il momento di passare dall’altro lato dello schermo, e, perché no, di valorizzare il tuo lavoro e la tua esperienza in occasione di eventi, meeting o conferenze. Questo passaggio non rappresenta solo il culmine del tuo lavoro, ma per assumere i tuoi nuovi obblighi professionali probabilmente ti dovrai anche trasformare in un blogger a tempo pieno!

Monetizzare un blog richiede quindi un accurato lavoro di fondo prima di poter sperare di guadagnare denaro. L’obiettivo non deve essere quello di creare un blog per fare soldi, ma piuttosto considera il tuo lavoro sul blog come una passione personale che potrebbe portare ad un reddito aggiuntivo più o meno a lungo termine. Quest’impegno è essenziale; è solo in questo modo che il tuo percorso arriverà in modo naturale alla fase della monetizzazione. Tieni a mente che la monetizzazione è la ricompensa di un lungo processo che deve essere di qualitatà, sincero ed onesto. Se il tuo pubblico si fida, gli inserzionisti lo verranno a sapere e riporranno anche loro fiducia in te.

Se quest’articolo ti è piaciuto scarica il nostro ebook “Tutto quello che c’è da sapere per incrementare il rendimento delle proprie campagne digitali.” Puoi anche scoprire le nostre soluzioni di marketing per massimizzare le prestazioni o contattarci per ulteriori informazioni!

 

Laura Spitz

The author Laura Spitz

Leave a Response